Drakensberg da amare: Giant’s Castle

Drakensberg da amare: Giant’s Castle

Uno dei posti più belli che ho visto in Sudafrica è stato Giant’s Castle, nelle Drakensberg. Il “castello dei giganti” è un picco che si eleva fino a 3315 m s.l.m. e si trova nell’omonima riserva naturale.

Potete raggiungere la riserva di Giant’s Castle in macchina. Se partite da Durban, percorrete la N3 per circa 180 km fino a all’uscita 179 verso Estcourt/Giant’s Castle. Proseguite per 30 km e poi svoltate a sinistra nella R600. Da lì, solo 20 km vi separano da Giant’s Castle.
Se partite da Johannesburg, uscite dalla città e seguite la N3 fino a Harrismith. Da lì proseguite sulla R74 fino a Winterton e poi imboccate la R600. Il resto è come scritto in precedenza.

L’ingresso alla riserva costa solo 40 R a testa (circa 3 €). Dopo il cancello c’è un distributore, quindi se siete messi male con la benzina potete rifornirvi là. Una volta entrati nel parco dovete guidare per altri 7 km, prima di raggiungere il parcheggio e la reception. Ci sono anche dei cottage per pernottare, più informazioni sul sito della riserva: www.giantscastle.info.

Perché vale la pena andare a Giant’s Castle?

Tra camminate e pitture rupestri, oggi vi porto con me in uno di posti da amare in Sudafrica…

Escursioni e camminate

Giant’s Castle offre molti sentieri per delle bellissime camminate. Ci sono diverse lunghezze e livelli di difficoltà. La prima volta che ci sono stata abbiamo provato a fare la camminata fino Giant’s Hut, un bivacco con possibilità di pernottamento ai piedi del picco, passando sulla Giant’s Ridge.

Non sempre i sentieri sono ben segnati quindi abbiamo avuto un po’ di difficoltà a seguirlo. Si ok, in poche parole: ci siamo persi. Alla reception vendono una mappa con i sentieri, e magari conviene comprarla, sebbene non sia una mappa topografica fatta come si deve. Non è infatti il caso di perdersi in questi luoghi sconfinati come abbiamo fatto noi.

Purtroppo non posso descrivervi il percorso, dato che noi abbiamo camminato a casaccio per 6 ore su 7. Quello che posso dirvi, però, è che il paesaggio è molto verde, un fiume scorre a fondovalle, rocce e alberi punteggiano il paesaggio. Man mano che vi alzate di quota vi ritroverete in immensi prati verdi, privi di qualsiasi tipo di elemento naturale che non sia erba. Se alzate gli occhi dal sentiero lo spettacolo che vi si presenta è mozzafiato. Delle pareti di roccia che si innalzano dal terreno fino a toccare il cielo.

La camminata fino in cima al picco è molto lunga e richiede verosimilmente due giorni, a meno che non sappiate quello che state facendo.

All’inizio della camminata.

Arte rupestre

Un’altra attrazione che Giant’s Castle offre è la visita guidata alle pitture rupestri, che rappresentano uno dei siti più importanti della cultura Sān. I Sān sono una popolazione di cacciatori-raccoglitori che vivono in Sudafrica e delle vicine Namibia e Botswana, anche se ormai sono ridotti ad un ristretto numero a causa delle invasioni di altri popoli africani ed europei. Le pitture rupestri variano per gradi di conservazione e antichità: Le più vecchie risalgono a qualche migliaio di anni fa e sono a malapena visibili, mentre le più recenti hanno solo un paio di secoli, e illustrano chiaramente alcuni uomini con dei fucili.

Alcune pitture rupestri.

Per questa visita occorre pagare un altro biglietto (costa qualche euro) alla reception, che potete usare una sola volta. Le visite guidate iniziano una volta all’ora, all’ora in punto. Per arrivare al punto di partenza dovete camminare lungo un sentiero nel verdeggiante fondovalle per circa 40-45 minuti.

Il giro guidato è corto ma carino: vi verranno descritti i dipinti, i soggetti e il loro significato. La nostra guida Thandeka ci ha introdotti alla storia delle antiche popolazioni che abitavano questo posto. Vengono mostrati diversi dipinti rupestri. È un buon giro per passare, tra andata e ritorno, 2-3 orette.

Consiglio a tutti di inserirlo nel proprio itinerario in Sudafrica. Mi è piaciuto tantissimo e spero di aver reso l’idea con le foto!

Altre due camminate consigliate per le Drakensberg le trovate nei post:

Qual è la camminata che vi attira di più? Lasciatemi un commento qui sotto!

Se il post ti è piaciuto:


2 thoughts on “Drakensberg da amare: Giant’s Castle”

  • fantastiche foto, sei una bravissima fotografa.
    zia gabry si è chiesta chi o come hai scattato la foto di voi due che guardate l’orizzonte.
    continua così

    • Tante grazie Rita, sono contenta ti piacciano!
      Per fare quella foto ho usato l’autoscatto, posizionando la macchina fotografica in una roccia dietro di noi 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *