Dove dormire e cosa vedere a Lussemburgo

Dove dormire e cosa vedere a Lussemburgo

Dopo Strasburgo e Nancy il nostro viaggio ci ha portati in Lussemburgo. Qui abbiamo trascorso 2 giorni scarsi.

Lussemburgo non è una città molto grande ma è situata in una posizione strategica su uno sperone di roccia, costruita come una fortezza. Si divide in “Città alta” e “Città bassa”, è attraversata dal fiume Alzette e il centro storico fa parte del Patrimonio dell’UNESCO.

Le lingue ufficiali sono il lussemburghese, francese e tedesco. È piuttosto divertente ascoltare le persone che parlano, è una specie di miscuglio tra francese e tedesco, ma incomprensibile. Grazie a questo fatto quasi tutta la popolazione è bilingue.

Dove dormire a Lussemburgo

Noi abbiamo scelto di dormire all’ostello della gioventù, per ragioni economiche… Come saprete il Lussemburgo è famoso per le sue banche e gioiellerie, che fiancheggiano luccicanti le strade del centro.

L’ostello non si trova proprio in centro, ma potete comodamente arrivarci a piedi. Potete trovare il sito QUI.

DSC00388_1

Cosa vedere a Lussemburgo

La città non è molto grande, è quindi perfetta se vi piace camminare ed esplorare al vostro ritmo. Eccovi cosa abbiamo visto noi:

  • Abbazia Neumünster: Per me è uno dei posti che rappresentano la città. Luogo culturale e centro di incontri, ospita concerti, eventi ed esibizioni.
  • Gëlle Fra e Piazza della Costituzione: Ufficialmente chiamato Monumento della Rimembranza, questa colonna con la Signora dorata al suo apice è un ricordo a tutti i soldati lussemburghesi che persero la vita durante la rima guerra mondiale.
  • Groussherzogleche Palais: Il Palazzo Granducale è la residenza ufficiale dei Granduchi del Lussemburgo ed è qui che vengono svolti i compiti di capo di Stato del Granducato di Lussemburgo, l’unico Granducato rimasto al mondo.
  • Kirchberg Plateau: Questo quartiere è situato in un altopiano a nord-est dal centro. È famoso perché ospita diverse istituzioni dell’Unione Europea e di rilevanza nazionale. A Kirchberg si trova anche il MUDAM (Musée d’art moderne Grand-Duc Jean).
  • Rue de la Corniche: Sentiero che vi permetterà di esplorare la parte bassa e alta della città, costeggiando il fiume e passando per le mura. Offre degli scorci caratteristici sulla città, tra cui le casematte, ed è molto piacevole, la cosa che ho apprezzato di più della città.

Qui sotto trovate le rispettive foto. So che si tratta di un post molto breve, ma in due giorni di pioggia non siamo riusciti a fare di più 🙂

Se il post ti è piaciuto:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *