Come spostarsi, dove dormire e cosa vedere a Ho Chi Minh City

Come spostarsi, dove dormire e cosa vedere a Ho Chi Minh City

Il nostro viaggio in Vietnam inizia a Ho Chi Minh City (HCMC), conosciuta come Saigon. Ho Chi Minh City è il nome ufficiale della città dal 1975.  Dopo la “Caduta di Saigon” – per i comunisti “Liberazione di Saigon” – la città venne ribattezzata in onore di Ho Chi Minh, Presidente del Paese dal 1945 al 1969, anno della sua morte. HCMC è la città più popolata del Vietnam, con oltre 8 milioni di abitanti. Si suddivide in 17 distretti e il distretto numero 1, il centro, si chiama Sai Gon.

In questo post condividerò la mia esperienza su come spostarsi, dove dormire e cosa vedere in questa città.

Come spostarsi a Ho Chi Minh City

Per raggiungere il centro della città dall’aeroporto, consiglio i trasporti pubblici, nel caso arriviate nel cuore della notte, probabilmente dovrete prendere un taxi ma penso che tanti hotel offrano questo servizio per un buon prezzo.
Noi siamo arrivate alle 7 di mattina e non abbiamo avuto problemi a trovare l’autobus. Appena uscite dall’aeroporto proseguite ignorando i vari urlatori che cercheranno di attirarvi verso i loro taxi o le loro bancarelle di cambiavalute o venditori di carte SIM. Lì nei dintorni dovreste avvistare la fermata della linea 152, vi faranno il biglietto quando siete a bordo. Noi eravamo le uniche due turiste nell’autobus, che piano piano si è riempito di altri passeggeri.
La mia esperienza è stata positiva, abbiamo chiesto dov’era il centro e una volta arrivati ci hanno detto di scendere. Il costo del biglietto è ridicolo: 5.000 VND, ovvero circa 20 centesimi. In questo modo risparmierete un’inutile spesa e farete una gran bella esperienza su come funzionano gli autobus in questa metropoli brulicante di motorini strombazzanti.

Per gli spostamenti in città direi che i due modi migliori sono a piedi o in autobus. Se avete una mappa o guida della città vedrete che le principali attrazioni sono abbastanza vicine tra di loro. Attenti a quando attraversate la strada! Per delle tratte più lunghe potete sempre saltare su un autobus, chiedendo informazioni nel vostro hotel, che vi darà i numeri delle linee più comode. Ho trovato molto utile chiedere informazioni ai passanti. Per ovvi motivi di comprensione il metodo più efficacie è stato quello di scrivere su un biglietto il nome della strada o del posto che volete raggiungere, o mostrarlo sulla cartina – se provate ad arrangiarvi con la vostra pronuncia è probabile non vi capiscano.
Poco dopo il mio arrivo a HCMC ho deciso di ribattezzarla come “Città dei motorini”. Per i più coraggiosi infatti c’è sempre la possibilità di noleggiarne uno, o di usarli come taxi. In molti si offriranno di portarvi da qualche parte con il loro motorino.

 Dove dormire a Ho Chi Minh City

Se cercate il cuore di HCMC, altri backpacker e una bella atmosfera la sera, Pham Ngu Lao è il posto per voi. Vi accorgerete di essere arrivati quando intorno  a voi non ci saranno che backpacker abbronzati dagli zaini enormi.
In questa strada è pieno di hotel. Noi abbiamo prenotato tramite booking.com e abbiamo alloggiato al Brilliant Hotel Saigon – 21 €, e al Saigon Inn – 17 €. Per rivedere itinerario, pernottamenti e spostamenti clicca qui: Itinerario – Vietnam da sud a nord in 2 settimane.

Che altro dire di Pham Ngu Lao? Ci sono un sacco di bar che alla sera si riempiono di turisti di tutte le età, avidi di cocktails a basso prezzo e di stare seduti in mezzo ad altri occidentali che cenano in qualche locale fancy, un sacco di ragazze del posto proveranno ad attiravi nei loro saloni di bellezza o nei loro negozietti e una miriade di agenzie nelle quali è possibile prenotare qualsiasi tour vogliate. Basta però addentrarsi in qualche stradina secondaria per trovare dei ristorantini meno affollati (e molto economici) e incrociare più gente del posto.

Cosa vedere a Ho Chi Minh City

Ci sono tante cose da poter vedere, un sacco di musei e ancor di più pagode. Noi ci siamo limitate a un giorno di sightseeing, quindi vi scriverò brevemente quello che abbiamo fatto noi.

La prima tappa è stato il Ben Thanh Market si trova nei pressi di Pham Ngu Lao. Ci trovate frutta, verdure, spezie e altri generi alimentari, come anche stoffe, vestiario, borse, zaini e souvenir. Pieno di gente, pieno di colori e pieno di odori. La parola d’ordine in questo posto è: trattare. Ogni cosa che proverete a comprare vi verrà inizialmente venduta ad un prezzo molto più alto del suo valore quindi dovrete cercare di abbassarlo. Noi ci siamo accorte di questo: Se vi salutano sorridendo e ringraziandovi, probabilmente vi hanno fregato un poco. Sta a voi decidere quanto siete disposti a spendere e attenervi a quello, con il tempo ci si abitua. Un consiglio: Non toccate troppa roba se proprio non siete interessati, o non chiedete il prezzo, altrimenti non vi lasceranno più andare… È stato molto interessante farci un giro.

A Ho Chi Minh City ci sono tantissime pagode, alcune famose, altre meno. Noi siamo entrate in un paio soltanto, perché si somigliano molto l’un l’altra. Quelle dove siamo state noi, non saprei il nome, erano piene di doni colorati e ornamenti d’oro. La cosa più bella per me sono stati i bastoncini d’incenso fumanti
Altri stop che abbiamo fatto sono stati l’Opera, la Cattedrale di Notre Dame, la statua di Ho Chi Minh di fronte al municipio, il museo della storia e l’esterno dell’orto botanico.
So che non è tanto ma alla fine quello che più vale la pena vedere è come si svolge la vita in questo posto, osservare i passanti, schivare motorini. Passeggiare per la città è stato interessante e coinvolgente.
Noi abbiamo dedicato alla città due giornate intere, e l’abbiamo usata come base per visitare il Mekong Delta con un tour guidato e i Cu Chi Tunnels in autonomia, quindi siamo rimaste di più di due notti, ma direi che per farsi un giro non sono necessari molti più giorni.

Nel prossimo post vi porterò nei Cu Chi Tunnels, un piccolo e affascinante pezzetto di storia vietnamita!

Lasciate un commento e condividete se il post vi è piaciuto!

Se il post ti è piaciuto:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *