Vietnam – Cose utili da sapere prima di partire

Vietnam – Cose utili da sapere prima di partire

In questo post vorrei darvi delle informazioni pratiche, cose utili che potrebbero servirvi nel caso vogliate intraprendere un viaggio in Vietnam. Ho provato a considerare tutti gli aspetti importanti per l’organizzazione di un tale viaggio, in base a quello che io stessa ho ricercato:

BAGAGLIO: La soluzione migliore secondo me è uno zaino da trekking, comodo da trasportare e non troppo carico. Meno avete con voi, meglio è. Noi siamo riuscite a far passare lo zaino come bagaglio a mano, non abbiamo superato la dimensione e soprattutto il limite di 7 kg imposto da Vietnam Airlines, ed è stato veramente comodo!
Avere poche cose con voi vi sarà utile anche per tutti gli altri spostamenti che farete, inoltre rischiate di perdere meno cose!

CLIMA: Essendo un Paese tropicale, ci sono le stagioni delle piogge. Il clima è regolato dai monsoni ed essendo un Paese con un’estensione verticale si possono distinguere tre zone climatiche: nord, centro e sud. Informatevi bene sulle temperature e sulle stagioni della pioggia, in quanto influenzano molto i luoghi che visitate. Le maggiori precipitazioni sono da maggio a settembre al nord, da settembre a gennaio nel centro e da maggio a ottobre al sud. In base a dove andrete è bene avere un piano generale, che vi aiuterà anche nella stesura dell’itinerario.

EXTRA: Non essendo sicure se servisse o no un adattatore per le prese elettriche, ne abbiamo comprato uno prima di partire, ma non lo abbiamo mai usato e siamo riuscite a venderlo l’ultimo giorno di viaggio a una turista che viaggiava in diversi paesi asiatici. Per avere internet abbiamo comprato una Sim di una compagnia telefonica vietnamita. Quando uscite dall’aeroporto proveranno a vendervele, ma vi conviene aspettare di arrivare in centro, dove si trovano meno di metà prezzo. Noi la abbiamo presa in una piccola agenzia di viaggi per un paio d’euro a testa.

ITINERARIO: Su quasi tutti i blog o guide turistiche che ho letto viene consigliato di partire da Hanoi, nel nord del Vietnam, e finire il viaggio a Ho-Chi-Minh-City, nel sud del Paese. Non so perché venga sempre consigliato questo itinerario, noi lo abbiamo fatto al contrario e ne siamo state molto soddisfatte, i paesaggi più spettacolari secondo noi sono stati al nord e quindi abbiamo concluso il viaggio con entusiasmo. L’itinerario specifico seguirà in un post separato.
Fattori che entrano in gioco sono naturalmente i voli che trovate, in base ai prezzi e agli aeroporti di partenza/arrivo a casa, oppure se volete proseguire verso Laos o Cambogia, in questo caso partire dal nord è più sensato.

MONETA: La moneta è il Đồng (VND). 1 euro corrisponde a circa 25.000 VND e i prezzi sono decisamente più bassi rispetto all’Europa. Con la carta si può prelevare senza problemi in una città, io ho cambiato i soldi in due aeroporti, pagando un po’ di commissioni. Per quanto riguarda l’alloggio, non sempre si può pagare con la carta, quindi è meglio avere sempre del denaro in contanti con sé.
La cosa divertente è che ci si abitua presto ai prezzi bassi e una volta pranzato per meno di 50.000 VND (una lattina di bibita o birra per 12.000  e un piatto di carne e verdure per 30.000) i ristoranti con piatti da 100.000 ci sembravano costosi, quando in realtà si trattava di circa 4 euro.

SICUREZZA: Le grandi città sono estremamente caotiche e bisogna fare attenzione ai tentativi di furto. Viene consigliato di tenere gli oggetti di valore in un marsupio. Noi avevamo solo uno zaino o zainetto e con un po’ di cautela e buonsenso non è successo niente. Ovviamente quando eravamo nei mercati coperti o altri luoghi particolarmente affollati ci guardavamo le spalle a vicenda ed eravamo più “sospettose”, quindi niente macchina fotografica appesa alla spalla. Immaginate che da un motorino in corsa provino a strapparvela di mano mentre scattate una foto, non è una difficile, no? Lo stesso vale per quando è buio o si capita in strade solitarie: meglio non essere da soli e girare al largo se si fiuta il pericolo o ci ci sente insicuri.

TRASPORTI: Ci sono varie opzioni per muoversi, e anche qui dipende dal tempo che avete a disposizione, di quanto volete spendere e dalle vostre preferenze. Per lunghe tratte i voli interni sono comodi ed economici. Noi ne abbiamo presi due ed è andato tutto benissimo. Un’altra possibilità sono gli autobus, che noi abbiamo preferito non prendere per evitare un viaggio lungo e stancante, quindi su questo non posso dare particolari informazioni. Quello che posso dire invece è che gli autobus notturni per tratte medie sono stati per noi una comoda soluzione. In questo modo siamo andate da Hanoi a Sapa e ritorno, risparmiando due notti in albergo e riuscendo a dormire abbastanza decentemente (seguirà post).

VACCINI: Questo è un punto molto personale, perché dipende da quali vaccini avete e se la zona dove andrete è malarica. Io sono partita vaccinata contro tetano, difterite, pertosse, poliomielite, epatite A e tifo. Oltre a quello ci hanno prescritto una profilassi antimalarica, delle pastiglie abbastanza costose da prendere ogni giorno per la durata del viaggio.
Inoltre abbiamo entrambe fatto un’assicurazione medica per il viaggio. La mia (fatta in Germania) mi è costata 10 euro e ha la durata di un anno, quindi comoda anche per altri viaggi.

VESTIARIO: Per quanto riguarda il vestiario non abbiamo notato particolari problemi, abbiamo potuto andare in giro in pantaloncini e canottiera. Chiaro che essere una donna bionda con gli occhi chiari attira parecchi sguardi curiosi, più di una volta dei locali sono venuti a parlarci e un paio di volte ci hanno chiesto se potevano fotografarci.
Pantaloni lunghi e qualcosa per coprire le spalle sono utili per entrare nei tempi, quindi li avevamo quasi sempre con noi. Vi consiglio di fare altrettanto (sceglietene di stoffa sottile e leggera per questioni di peso e spazio), nel caso siate interessati a visite di questo genere. Anche qui, tenete conto delle temperature delle zone che visiterete, qualcosa di impermeabile è utile in caso di pioggia.

VISTO: Per limiti di tempo ed evitare la scocciatura di fare il visto, che per il Vietnam è obbligatorio per permanenze maggiori ai 15 giorni, abbiamo deciso di limitarci a due settimane di viaggio. Se decidete di rimanere per più di 15 giorni, cosa che a viaggio fatto consiglio, avete bisogno di un visto turistico.

Qui si conclude la mia lista di consigli, spero di esservi stata utile in qualche modo!
Nel prossimo post vi parlerò di itinerario, pernottamenti e spostamenti per un viaggio in Vietnam.

Se il post ti è piaciuto:


2 thoughts on “Vietnam – Cose utili da sapere prima di partire”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *