Sri Lanka – Cose utili da sapere prima di partire

Sri Lanka – Cose utili da sapere prima di partire

Lo Sri Lanka è conosciuto anche come Ceylon o lacrima dell’India. Ma non importa come lo si chiama, questo stato è una fantastica meta per un viaggio in Asia. Una perla nell’oceano indiano tutta da scoprire. Se siete nella fase organizzativa di un viaggio in questo paese e siete alla ricerca di un riassunto informativo, questo post fa al caso vostro.

In questo articolo vi elenco delle cose utili da sapere prima di partire per un viaggio in Sri Lanka.

ADATTATORE: Non sempre necessario, in quanto gli hotel hanno spesso delle prese di tipo europeo. Capita però spesso e volentieri che in una stanza ci sia un misto di prese, non so nemmeno quali tipi. Per sicurezza e comodità consiglio di portare un adattatore globale. Non ne ho sempre avuto bisogno, ma ogni tanto è stato necessario.

CLIMA E TEMPERATURE: In Sri Lanka il clima è tropicale-monsonico e caldo umido. Ci sono due stagioni delle piogge: una nel sud-ovest dell’isola da maggio a settembre, l’altra nel nord-est da novembre ad aprile. Questo non significa che negli altri mesi e in altre regioni non piova mai. Io sono stata in Sri Lanka in novembre-dicembre e la pioggia ci ha sorpresi quasi ovunque. Le temperature si aggirano attorno i 30 gradi tutto l’anno, a parte nelle località di montagna. Qui può essere più fresco e di notte le temperature scendono fino quasi a zero gradi.

FUSO ORARIO: Tra Italia e Sri Lanka c’è una differenza di 4 ore e mezza, che in estate si riduce a 3 ore mezza. Quando in Italia sono le 12, in Sri Lanka sono le 16:30 (o le 15:30).

ITINERARIO: Un viaggio in Sri Lanka inizierà probabilmente dall’aeroporto di Colombo. L’isola si presta benissimo per un itinerario ad anello, che solitamente viene percorso iniziando dal nord dell’isola (e seguendo così l’ordine storico dei regni singalesi). Secondo me due settimane sono il minimo per godere di tutte le bellezze culturali e naturalistiche del paese, ma tre sarebbero il top. Leggete il post Sri Lanka – Itinerario di viaggio di 2 settimane per scoprire il mio itinerario in quest’isola.

MONETA: La Rupia Singalese (LKR) è la valuta dello Sri Lanka e attualmente il cambio è di circa 200 LKR per 1 €. Potete cambiare facilmente valuta e prelevare in aeroporto, nelle città più grandi e a volte anche in hotel. Non sempre gli ATM accettano carte di credito, quindi è meglio essere muniti anche di carte di debito.

SICUREZZA: Io sono stata in Sri Lanka 7 mesi dopo gli attentati dell’aprile 2019, e non ho notato nessuna tensione. Controllate lo stato attuale del paese e cosa dice la Farnesina prima di decidere se farci una vacanza. Per quanto riguarda i resto, ho trovato lo Sri Lanka molto sicuro. Anche andare in giro in due donne sole non è stato assolutamente un problema. Camminando in certe zone, verrete osservati e magari i locali vi saluteranno ostentatamente, a volte vi indicheranno. Ma per quel che mi riguardanella non è mai stato particolarmente fastidioso o poco sicuro.

TELEFONIA: Il prefisso dello Sri Lanka è +94. In aeroporto o in città si può comprare una sim card singalese, anche se io non lo ho fatto. In base agli alloggi che scegliete, potrebbe essere che il WiFi non funzioni. Per ogni evenienza, scaricate una mappa offline dello Sri Lanka per poter usare il GPS.

TRASPORTI: Avendo fatto parte di un viaggio in gruppo, mi sono mossa quasi esclusivamente con un autobus privato, viaggiando in treno solo lungo la famosa tratta da Kandy fino alla zona delle piantagioni di té. Non so quale sia il modo migliore per spostarsi durante un viaggio fai da te, ma sicuramente è fattibile organizzare gli spostamenti in modo autonomo. Noleggiare una macchina e guidare da soli dovrebbe essere fattibile. Sinceramente sono stata colpita da come le strade siano ben tenute e anche la guida dei locali non mi ha spaventata. Un’alternativa, se non ci si sente sicuri a guidare, è il noleggio con autista, anche se è sicuramente molto costoso. Se invece preferite usare i mezzi pubblici, una combinazione di treni e autobus per le tratte più lunghe può rendere il viaggio più autentico e avventuroso. Credo che se dovessi tornare in Sri Lanka, proverei a spostarmi il più possibile in treno. Per tratte brevi usare il tuk tuk è sicuramente il modo più pratico e divertente per spostarsi. Ricordatevi di chiedere il prezzo per la tratta prima di salire, per evitare malintesi alla fine della corsa.

VACCINI: L’unico vaccino obbligatorio è quello contro la febbre gialla, nel caso si provenga da paesi dove c’è il rischio di contrarre questa malattia. Altrimenti è consigliabile avere i vaccini standard: difterite, tetano, poliomielite, epatite A e B, tifo, encefalite giapponese, rabbia e colera. Fatevi consigliare dal medico quali fare e quali no, in base al vostro itinerario e al periodo in cui ci andrete.

VESTIARIO: Considerato il clima e la religione del paese, servirà un abbigliamento vario, con vestiti leggeri e alcuni capi più pesanti. Per visitare i templi e i luoghi sacri è obbligatorio togliere le scarpe e avere ginocchia e spalle coperte. Attenzione che in alcuni complessi i controlli sono più rigidi e dei copri spalle semitrasparenti oppure dei leggings troppo attillati potrebbero non venire accettati. Inoltre, dato che quando il sole picchia il suolo roccioso potrebbe essere rovente, vi consiglio di portare con voi dei calzini da mettere nei templi, così da non scottarvi la pianta dei piedi. Da non dimenticare una giacca antivento/impermeabile (oppure un poncho) e un ombrellino.

VISTO: Il visto turistico è obbligatorio ed è valido fino a 30 giorni dall’emissione. È necessario un passaporto con validità residua di almeno sei mesi e almeno una pagina libera (per l’apposizione del visto), ma si consiglia di averne due a disposizione. Per il rilascio avrete due opzioni. La prima è all’arrivo in aeroporto a Colombo. La seconda possibilità è il visto elettronico. La procedura è semplice: andate nel sito www.eta.gov.lk e cliccate su Tourist ETA – Apply for an individual. Dovrete inserire i vostri dati personali, data di arrivo e partenza e l’indirizzo di dove alloggerete in Sri Lanka (se avete più hotel, mettete il primo del vostro soggiorno). Io ho optato per il visto elettronico e quando lo ho fatto io era gratuito. Dovesse essere a pagamento, potrete farlo con carta. Poco dopo vi verrà mandata una e-mail di conferma, che dovrete avere con voi all’arrivo.

Altre domande, dubbi o curiosità? Lasciate un commento qui sotto o sui social!



1 thought on “Sri Lanka – Cose utili da sapere prima di partire”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *