3 giorni nella Serra da Estrela – Trekking tra le alture portoghesi

3 giorni nella Serra da Estrela – Trekking tra le alture portoghesi

Nel nostro itinerario in Portogallo non poteva mancare una tappa più sportiva e naturalistica. Abbiamo così trascorso 3 giorni nella Serra da Estrela, un parco naturale nella provincia della Beira Baixa, dove abbiamo fatto un po’ di trekking.

La Serra da Estrela è una zona montuosa nella parte centro-settentrionale del paese e vi si trova la cima più alta del Portogallo continentale, Torre. Chiamarla “cima” è comunque azzardato, poiché si tratta del punto più elevato di un altipiano e pertanto per nulla prominente. Ancora più scandaloso è il fatto che ci si arriva in macchina, ci sono addirittura una rotonda e alcuni negozi, per cui dal punto di vista escursionistico è insignificante.

Aneddoto divertente: la cima arriva a 1993 m e si chiama Torre poiché Dom João VI, nel 1817, vi fece costruire una torre in pietra per raggiungere i 2000 m. Da lassù si ha comunque una vista panoramica dei dintorni.

Foto del panorama da Torre, nella Serra da Estrela, Portogallo.

Abbiamo pernottato a Covilhã, la maggiore città della zona che offre buone opportunità di alloggio ed un centro che vi terrà occupati un’oretta. La città è un ottimo punto di partenza per delle escursioni nel Parque Natural da Serra da Estrela.

Durante il nostro soggiorno abbiamo fatto due trekking, uno sull’altipiano della Serra ed un altro nelle vicinanze di Carvalho. Abbiamo aggiunto anche una visita di stampo culturale al paese di Belmonte.

Trekking sull’altipiano della Serra da Estrela

Siccome l’altipiano non offre dei veri e propri picchi, abbiamo optato per una camminata ad anello con partenza nelle vicinanze di Torre. Non possiamo consigliare il nostro itinerario, poiché abbiamo scoperto che molti sentieri sono in realtà delle vaghe tracce mal segnalate e il rischio di perdersi è alto. Raccomandiamo di rimanere su sentieri più grossi, soprattutto perché la vegetazione consiste in arbusti ed erbacce difficili da superare.

Tuttavia ci siamo goduti questa gita per la quiete di questa distesa desolata e dai colori tenui. Nel paesaggio vi trovano soltanto arbusti e rocce sparse, intervallati da delle tranquille pozze d’acqua. Durante l’escursione abbiamo incontrato solo poche persone, altrimenti siamo stati completamente soli in questa distesa dai colori vivi.

Una cosa particolare da menzionare è un laghetto artificiale — Covão dos Conchos — piuttosto conosciuto per uno sfioratore, che crea una cascatella all’interno del lago stesso. Il cratere è largo 48 metri e sotto di esso si trova un tunnel usato per deviare l’acqua. Le sue foto sono diventate virali qualche anno fa, essendo il soggetto piuttosto curioso. Non capita spesso di vedere una cascata all’interno di un lago, no?

Trekking con partenza da Carvalho

Carvalho è un pittoresco paesino portoghese a qualche chilometro da Covilhã. Da qui siamo partiti per il nostro secondo trekking nella Serra da Estrela. Meta di questa camminata sono delle rocce nel pressi della foce del Ribeiro da Aldeia do Carvalho, torrente che attraversa il paesino. Il percorso è molto suggestivo per via dei pini, massi erratici, valli e brulle colline che si incontrano lungo il cammino.

Anche qui non possiamo consigliare il nostro itinerario, dato che il sentiero è mal segnato e attraversa ampi spazi di bosco incenerito, che ha lasciato numerose tracce nere sulle nostre scarpe e gambe. Per i temerari che volessero comunque provarci, le rocce in cima sono molto interessanti da scalare ed esplorare ed offrono un buon panorama sui dintorni.

Siamo scesi lungo la strada forestale che ci ha riportati comodamente fino al paese.

Foto di un panorama nella Serra da Estrela, Portogallo.

Visita a Belmonte

Dopo questa seconda escursione abbiamo dedicato un paio di orette a Belmonte, che si trova a una manciata di chilometri da Carvalho. Questo paese è famoso per aver dato i natali a Pedro Cabral, uno degli scopritori del Brasile.

A Belmonte si trovano un castello, che sorge su una collina sovrastando l’abitato, e di fronte a questo una chiesetta — la Igreja de Santiago — entrambi visitabili a pagamento. Nelle vicinanze si può passeggiare nella Judaria, il famoso quartiere ebraico di Belmonte, che ospitava una delle più grandi comunità ebraiche del Portogallo. Per approfondire l’argomento potete visitare la sinagoga e il museo ebraico (Museu Judaico). Nella strada principale del paese si trovano altri musei, uno di questi dedicato proprio alle scoperte di Cabral.

La visita è molto piacevole, grazie alla quiete e l’atmosfera paesana che vi si trovano. Inoltre ci sono un paio di punti panoramici sulla campagna circostante.

La tappa nella Serra da Estrela, insieme alla visita di Monsanto, conclude la nostra esplorazione on the road della Beira Baixa. Anche questa zona del Portogallo offre una varietà interessante di posti da visitare, molto più tranquilli rispetto a alle altre tappe del nostro viaggio.

Per noi sono state delle giornate rilassanti e lontane dai turisti. Ci siamo persi diverse volte durante le camminate e ci siamo lasciati guidare dal nostro spirito d’avventura. Ci siamo goduti il silenzio e la tranquillità del parco naturale e dei suoi piccoli borghi.

3 giorni nella Serra da Estrela - Tra le alture portoghesi



1 thought on “3 giorni nella Serra da Estrela – Trekking tra le alture portoghesi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *