Come imparare una lingua straniera – 8 cose da fare

Come imparare una lingua straniera – 8 cose da fare

Che parlare una o più lingue straniere sia utile ormai è risaputo, come già visto nel post 6 vantaggi di parlare più lingue straniere. Permette di trasferirsi all’estero e trovarvi lavoro, relazionarsi e comunicare con gli altri diventa più facile, così come viaggiare. Inoltre parlare più lingue ci arricchisce, apre la nostra mente e allarga i nostri orizzonti.

Tante sono le persone che ambiscono a saper parlare una lingua straniera per bene, o magari più di una. Ma qual è la strategia giusta per imparare? In questo articolo farò una lista di cose che potete fare per imparare una lingua straniera, basandomi sulla mia esperienza personale.

8 cose da fare per imparare una lingua straniera

1. Andare all’estero. Senza dubbio il numero 1 della mia lista. A mio parere una lingua va vissuta per poterla imparare bene, e non c’è modo migliore di andare all’estero e calarsi completamente nell’apprendimento della lingua. Non solo, una lingua non è solo un insieme di simboli, suoni e regole grammaticali, ma è fatta dalle persone che la parlano e la loro cultura. Più lunga la permanenza all’estero è, meglio è. L’importante è farne almeno una, in base i nostri interessi. Che sia una vacanza-studio, un’esperienza lavorativa o semplicemente un viaggio, la lingua va vissuta. Ci sono così tante possibilità, che una farà sicuramente al caso nostro. Nella sezione Vivere all’estero – Consigli e informazioni trovate tanti post con consigli e informazioni utili sull’argomento.

2. Seguire un corso. Un corso secondo me non è sufficiente per imparare una lingua, ma è importante per chi ha bisogno di uno stimolo in più. Iniziare da autodidatta può essere difficile, ma iscriversi ad un corso è un impegno: ci si spendono dei soldi e si hanno degli appuntamenti fissi da rispettare. È una buona occasione per imparare le basi grammaticali di una lingua, parlare con qualcuno e togliersi dei dubbi chiedendo direttamente all’insegnante. Solitamente si ha un libro con degli esercizi e bisogna fare dei compiti a casa, che verranno poi corretti e valutati. Se non si ha la possibilità di seguire un corso classico, si può sicuramente iscriversi ad un corso online, la scelta è tanta.

Foto di persone che studiano insieme.

3. Guardare film e serie (con e senza sottotitoli). Perché non unire l’utile al dilettevole? Se siete amanti di film o serie, vi consiglio di guardarle in lingua straniera. Secondo me, la cosa migliore da fare è guardarli due volte: la prima senza i sottotitoli, la seconda con. Soprattutto all’inizio sarà difficile capire qualcosa, ma è importante allenare l’orecchio, e non leggere soltanto i sottotitoli (che non dovranno essere in italiano, ma in lingua, mi raccomando!). Per facilitarvi un po’ le cose, perché non iniziare con dei film che avete già visto in italiano? Questa tattica vi farà evitare di sentirvi frustrati quando capite poco o niente di quello che state guardando. Se state imparando più di una lingua contemporaneamente, perché non guardare un film 3 volte? Io ogni tanto lo faccio e mi diverto a cercare le differenze tra le diverse lingue. Imparare diventa un po’ un gioco!

4. Guardare spesso brevi video. A volte non si ha molto tempo a disposizione, quindi guardare un film non è fattibile. Ci sono però dei tempi morti da poter riempire con un breve video. Guardare brevi video in lingua per intrattenersi può essere molto utile, oltre che divertente. Sicuramente avrete un argomento ricorrente nel vostro canale Youtube. Non importa se di moda, sport, spezzoni di programmi o show televisivi, o magari i vlog di uno youtuber. Trovate un canale che vi interessa e seguitelo.

Foto di una persona che guarda la televisione.

5. Ascoltare musica e tradurre i testi. Chi non ama ascoltare musica? Per rendere questo intrattenimento anche utile, perché non iniziare ad ascoltare qualche brano in lingua straniera? Cercate un cantante o una band che canti nella lingua che volete imparare e iniziate ad ascoltare la loro musica regolarmente. Vi aiuterà molto a memorizzare la pronuncia di certe parole, e il bello è che potrete farlo praticamente ovunque! Per essere veramente produttivi, vi consiglio anche di cercare il testo delle canzoni e tradurli, così aggiungerete significato a quello che ascoltate.

6. Leggere. Leggere vi aiuterà moltissimo, ma all’inizio può essere molto difficile. Il mio consiglio è: leggete quello che leggereste nella vostra madrelingua. Spesso viene consigliato di leggere il giornale, che è fantastico, perché imparate una buona maniera di esprimervi, molti vocaboli e rimanete informati. Ma se leggere il giornale anche in italiano vi risulta difficile o noioso, lasciate perdere. Dovete leggere qualcosa che vi interessa o appassiona. Vi piacciono i fumetti? Compratevi un Topolino in lingua. Lo stesso vale per riviste, manga, pagine di Wikipedia, blog online etc. Un libro è un’ottima scelta, se non ha 500 pagine e non siete sicuri che vi piacerà. Magari iniziate con un libro non molto impegnativo, oppure con uno che avete già letto in italiano. Inoltre un altro consiglio per quando leggete: non traducete ogni parola che non conoscete, o per leggere una pagina vi ci vorranno ore. Cercate di tradurre solo il minimo indispensabile e non interrompere costantemente la lettura, ma di provare a capire il senso generale di ciò che state leggendo.

7. Usare applicazioni per apprendere vocaboli. Imparare vocaboli è necessario per imparare una lingua, ma è spesso noioso. Un buon metodo per memorizzare parole nuova è di usare un’applicazione del telefono, che si rivela e allo stesso tempo divertente e interattivo. Molto famosa è “Anki”. Anki (che in giapponese significa “memorizzazione”) vi permette di creare delle carte con un vocabolo a vostra scelta e che nel retro hanno la traduzione di questa parola. Il vostro compito è ovviamente ricordarvi la traduzione. Per ogni carta proposta si può dare un giudizio sulla difficoltà avuta per ricordare quel vocabolo. I vocaboli, che potete suddividere in diverse categorie, vengono proposti regolarmente, in base a come voi li definite. Un vocabolo per voi facile verrà chiesto raramente, mentre uno difficile molto più spesso. Un vantaggio dell’applicazione è che può essere usata davvero ovunque ed è ottima per riempire tempi morti, come una breve corsa con l’autobus o mentre si è in coda alla posta.

8. Cambiate la lingua dei vostri dispositivi. Questa è una cosa che ho sempre fatto quando ero particolarmente motivata ad imparare una lingua e che potete fare facilmente anche voi: impostare il vostro telefono (o anche altri dispositivi) nella lingua straniera che state imparando. Forse all’inizio non troverete più quello che cercate nel vostro telefono, ma poi vi abituerete alla lingua e soprattutto imparerete molti vocaboli utili. Inoltre… Sarà un promemoria costante del fatto che state imparando una nuova lingua!

Foto di un telefono con la scritta hola.

La mia lista si conclude qui e spero l’abbiate trovata utile. Fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti. E magari ditemi come fate voi a imparare una lingua, se preferite un metodo in particolare tra quelli che ho scritto o se ne utilizzate degli altri!



3 thoughts on “Come imparare una lingua straniera – 8 cose da fare”

  • Anki mi è stata molto utile al mio arrivo in Germania: ho iniziato ad inserire tutte le parole nuove che incontravo e a ripeterle sul tram mentre tornavo a casa. È ottima per accrescere velocemente il vocabolario, perché con un poco di sforzo è possibile imparare 10-20 parole nuove al giorno. Consigliata!

  • Ho abitato quasi 25 anni in un paese vicino al mio, ma non ho ancora imparato quel dialetto, sarà che non c’è in Anki?
    :-))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *