Visitare Basilea in un giorno

Visitare Basilea in un giorno

Ho vissuto vicino a Basilea per tre anni e ho avuto diverse occasioni per visitarla, in ogni stagione. È una città splendida e finalmente le dedico un post! Qui sotto trovate alcune curiosità e dei consigli utili per una visita in questa città.

Basilea, Basel o Bâle, avete tre alternative per chiamarla. È la terza città più popolata della Svizzera, è attraversata dal fiume Reno e si trova nel Dreiländereck (triplice frontiera) Svizzera-Germania-Francia. Data la sua posizione strategica, Basilea presenta un mix di culture e lingue, che la rendono molto particolare e interessante.

È famosa per essere un importante centro dell’industria chimica e farmaceutica. A Basilea e dintorni si trovano infatti oltre 30 multinazionali farmaceutiche. L’edificio più alto della Svizzera è la Roche Tower, il grattacielo bianco dove ha sede nient’altro che la multinazionale farmaceutica Hoffmann-La Roche. La potete vedere nella prima foto in alto.
La città è conosciuta a livello internazionale per le fiere come “Art Basel”, una fiera di arte moderna e contemporanea, e “BaselWorld”, una fiera di orologi. Si distingue anche per essere un importante centro bancario, ma anche per il suo carnevale (Fasnacht in tedesco).

Altra piccola curiosità. Basilea ha due stazioni: una gestita dalle Ferrovie Svizzere (Basel SBB) e l’altra da quelle tedesche (Basel Badischer Bahnhof). Non solo, ma una parte di Badischer Bahnhof è proprietà extraterritoriale della Germania ed è così l’unica stazione tedesca a trovarsi fuori dal territorio tedesco.

Basilea, Basel o Bâle è la terza città più popolata della Svizzera, è attraversata dal fiume Reno e si trova alla triplice frontiera Svizzera-Germania-Francia. Condividi il Tweet

Come spostarsi e cosa vedere a Basilea

Basilea è dotata di una rete tranviaria risalente al 1895. Usufruendo delle 13 linee, potete scorrazzare a destra e a manca per la città – ovviamente dotati di biglietto – su dei bellissimi tram verdi e gialli, alcuni dei quali ancora in vecchio stile.
Se però vi piace camminare e prevedete di rimanere nella zona centrale della città, vi consiglio di muovervi a piedi. Il centro di Basilea non è molto grande ed è piacevole da esplorare a piedi (inoltre i biglietti per i mezzi sono piuttosto costosi).

Tram di fronte alla stazione Basel SBB.

Una delle cose da non perdere – anche perché è difficile non vederla – è il Basler Münster. Questa cattedrale di rito protestante è in stile medievale ed è uno dei simboli della città. L’arenaria rossa è in contrasto con le sue tegole colorate, che a me ricordano il piumaggio di un uccello esotico.

Si trova in un punto rialzato rispetto al resto della città, aggirandola, vi ritroverete in uno spiazzo che fa da perfetto punto di osservazione: la Pfalz. Se è una bella giornata, approfittatene e salite sulle torri della cattedrale, ne vale la pena. Le strette scale vi porteranno sempre più in alto, dandovi la possibilità di ammirare il panorama da diversi livelli di altezza, arrivando quasi in cima alla torre.

Vista dalla cattedrale in una giornata estiva.

Il municipio si trova sulla piazza del mercato. Il suo caratteristico colore rosso si impone sulla piazza, così come lo scintillio della torretta dorata e dei raggi del sole sul tetto piano di tegole colorate. È stato costruito agli inizi del 1500 ed è considerato un capolavoro di architettura tardogotica in Svizzera.

Nella piazza del mercato si svolge il mercato più grande di Basilea (martedì e giovedì dalle 7:00 alle 14:00, venerdì e sabato dalle 7:00 alle 18:00). Se siete fortunati, riuscirete a dare un’occhiata in giro prima di entrare nel municipio.

Il municipio rosso di Basilea.

Oltrepassate le porte ad arco del municipio, vi ritroverete in una corte dove dei dipinti coprono le pareti dell’edificio. La cosa affascinante di questi dipinti è il loro stile, che mi ha colpito perché mi ricorda quello di un fumetto, i tratti ben definiti e dai colori sgargianti che risaltano sullo sfondo rosso.

I particolarissimi dipinti del municipio rosso.

La Fasnachts-Brunnen o anche Tinguely-Brunnen è una bellissima fontana, che trovate di fronte al teatro di Basilea. Risale al 1975 ed è composta da 10 sculture mobili, che creano spruzzi e giochi d’acqua diversi l’uno dall’altro. Ogni volta resto rapita dai loro movimenti meccanici. Tra le 10 figure se ne trovano alcune più particolari e divertenti di altre, come per esempio il colino, una testa scolpita e dei piedini che pedalano scalfendo la superficie dell’acqua.

Canival Fountain a Basilea.

Come detto sopra, Basilea è attraversata dal fiume Reno. Le sue sponde sono perfette per una passeggiata o per riposarsi un po’, godendosi il via vai di questo angolo di città pieno di vita. Ci sono anche diversi baretti per sedersi e bere qualcosa.

Particolarmente affollato è il Mittlere Brücke, il ponte più vecchio di Basilea, che può essere attraversato a piedi per raggiungere il centro se si proviene dalla stazione Badischer Bahnhof e dal quale si gode un paesaggio da cartolina.

In riva al Reno in tarda serata, le luci riflesse nell’acqua sono un incanto.

Il centro storico è molto carino, con i suoi edifici che creano un’atmosfera nella quali è piacevole immergersi. Camminando, noterete un bel mix tra antico e moderno.

Se invece siete amanti dei musei, siete nel posto giusto. A Basel ce ne sono tantissimi, tanti dei quali dedicati all’arte, sia antica che contemporanea. Particolarmente rinomata è la Fondazione Beyeler, che espone arte moderna classica e il cui edificio stesso è stato progettato da Renzo Piano.
Oltre all’arte, a Basilea si trovano musei sulla cultura, storia, scienze naturali, architettura… C’è anche il museo della casa delle bambole. Insomma, per tutti i gusti.

Stando seduti sulla riva del Reno, ammirando la cattedrale di Basilea.

Ah dimenticavo, un’ultima curiosità: in Svizzera ci sono due cantoni che rispondono al nome di Basel. Uno è Basel-Stadt (Basilea Città) ed il più piccolo cantone della Svizzera perché è limitato, come dice il nome, solamente alla città di Basilea. L’altro è Basel-Landschaft (Basilea Campagna) ed ha un’estensione maggiore. Entrambi confinano con Germania e Francia, ma il punto d’incontro tra i confini dei tre Paesi (il Dreiländereck) è a Basel-Stadt.

Basilea, Basel o Bâle. Non importa come la chiamate, ma non perdetevela!

Se l’articolo vi è piaciuto, pinnate questa immagine o condividetelo sugli altro canali social!

Se il post ti è piaciuto:


4 thoughts on “Visitare Basilea in un giorno”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *