Introduzione al cammino

Non so di preciso quando l’idea di fare il cammino di per Santiago de Compostela sia entrata nelle nostre menti, non ne avevamo mai parlato seriamente. Io avevo già sentito parlare di questa cosa, ma il tutto era avvolto da un’aurea di mistero: sono quelle cose che affascinano ma delle quali non si sa molto fino al momento in cui si decide di intraprenderle. O almeno, per me è stato così.
Tutto è iniziato quando Francesco, pianificando i suoi ultimi esami della triennale e stufo di stare incollato ai libri, mi dice: “Se mi laureo a luglio, vado a fare il cammino di Santiago”. La mia risposta: “Se ti laurei a luglio, vengo con te”. Da quel momento abbiamo iniziato a informarci su ogni cosa riguardasse il cammino: preparazione, equipaggiamento, durata, budget…
In questa sezione riporterò, con l’aiuto del mio diario di viaggio, la nostra esperienza del Cammino di Santiago de Compostela. Saranno inoltre presenti una mappa del percorso e ovviamente anche qualche fotografia.

Ci sono tanti cammini che portano a Santiago, che partono da tutta Europa. Noi eravamo incerti se fare il Camino Francés (quello marcato in rosso che parte dai Pirenei) o il Camino del Norte (che costeggia la costa). Alla fine ci siamo decisi per quello francese, perché è quello tradizionale e passa per città importanti come Pamplona, Burgos e León. Dopo Santiago de Compostela, abbiamo anche messo in programma altri 5 giorni di cammino per raggiungere Finisterre e poi Muxía, sull’oceano.

Sulla lunghezza del cammino ho trovato molte cifre discordanti. Quello che abbiamo calcolato dovremmo aver fatto noi sono circa 918 km. Siamo partiti il 27 luglio e ritornati a casa il 1 settembre 2015, con 33 giorni di cammino effettivo. Agosto non è propriamente il periodo consigliato per intraprendere il percorso, a causa dell’alto numero di pellegrini e del calore (cosa sulla quale avrò da ridire). Avendo a disposizione solo agosto, siamo partiti lo stesso.

Il mio scopo non è quello di creare una “Guida al cammino” ma di pubblicare un diario delle tappe ed essere a vostra disposizione in caso di domande.
Mi piacerebbe dare continuità a questa sezione, impegnandomi a pubblicare un articolo a settimana. Ad ogni tappa corrisponderà un articolo e così facendo ci vorranno circa 40 settimane per avere tutto il mio diario in versione digitale, che è un sacco di tempo! Lo so, pubblico questi articoli con un anno di ritardo, ma ci è voluto del tempo prima di riuscire a fare la grafica di questa sezione e nel frattempo sono successe tante cose che mi hanno tenuto impegnata.  Da adesso si fa sul serio…

Buona lettura e ultreya!

Se il post ti è piaciuto:


2 thoughts on “Introduzione al cammino”

  • Bellissima questa sezione dedicata al Cammino di Santiago, sto raccogliendo un po’ di materiale sparso perché mi sta balenando in mente l’idea di farlo. Intanto salvo questi post, grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *